CONDIZIONI GENERALI DI PRESTAZIONE DEL SERVIZIO

Definizioni 

  • Ai fini delle presenti Condizioni Generali, si intende come “Fornitore del Servizio” la società Digitalevolution Sagl ,che risiede in Svizzera,
  • Ai fini delle presenti Condizioni Generali, si intende come “Cliente” chiunque utilizzi i Servizi offerti da Digitalevolution Sagl.
  • Ai fini delle presenti Condizioni Generali, si intendono come “Servizi” i servizi vendita e cambio di valuta virtuale nonche delle attivita di mining, acquiring e consulenza forniti da Digitalevolution Sagl.

Ambito di applicazione  La prestazione dei Servizi da parte di Digitalevolution Sagl. è regolata dalle presenti Condizioni Generali , nonché, per quanto non espressamente previsto ed ove applicabile, dalle vigenti norme in materia con particolare riferimento al commercio elettronico.
Ai fini delle presenti Condizioni Generali, si intendono integralmente richiamate le eventuali informazioni e gli eventuali dati riguardanti le caratteristiche e le specifiche tecniche dei Servizi comunicati dal Fornitore e/o contenuti in altri supporti digitali o documenti similari di Digitalevolution Sagl.
Al momento della conclusione del contratto, quindi, il Cliente dichiara espressamente di conoscere ed accettare le presenti Condizioni Generali, nonché le eventuali informazioni e gli eventuali dati riguardanti le caratteristiche e le specifiche tecniche dei Servizi comunicati dal Fornitore e/o contenuti in altri supporti digitali o documenti similari di Digitalevolution Sagl.
Le presenti Condizioni Generali,possono essere in ogni momento stampate o scaricate dal Cliente sul suo PC

Oggetto dei servizi I Servizi eseguiti dal Fornitore hanno ad oggetto lo scambio l'invio e la ricezioni di valuta virtuale e il mining (estrazione o generazione) di dette criptovalute .

Rischi tipici del servizio  Cosa sono le valute virtuali: al comma 2, lett. ff) del D.Lgs. 21 novembre 2007, n. 231, la valuta virtuale viene definita come “la rappresentazione digitale di valore, non emessa da una banca centrale o da un’autorità pubblica, non necessariamente collegata a una valuta avente corso legale, utilizzata come mezzo di scambio per l’acquisto di beni e servizi e trasferita, archiviata e negoziata elettronicamente”. Sebbene ciascuna valuta virtuale abbia propri meccanismi di funzionamento, la maggior parte di esse presenta le seguenti caratteristiche:

  • sono create da un emittente privato o, in via diffusa, da utenti che utilizzano software altamente sofisticati;
  • non sono fisicamente detenute dall’utente, ma sono movimentate attraverso un conto personalizzato noto come “portafoglio elettronico” (cosiddetto “e-wallet”), il quale si può salvare sul proprio computer o su uno smartphone, o che può essere consultato via internet, ed al quale si accede grazie ad una password. Questi portafogli elettronici sono generalmente software, sviluppati e forniti da appositi soggetti (cosiddetti “wallet providers”);
  • esistono piattaforme di scambio, che offrono il servizio di conversione delle valute virtuali in moneta avente corso legale;
  • possono essere acquistate con moneta tradizionale su una piattaforma di scambio ovvero ricevute online direttamente da qualcuno che le possiede;
  • possono essere utilizzate per effettuare acquisti presso esercizi commerciali o persone che accettano le valute virtuali in pagamento, per effettuare rimesse in favore di altri soggetti titolari di portafogli di valute virtuali, nonché essere riconvertite in moneta legale;
  • le transazioni tramite le quali vengono trasferite sono tecnicamente irreversibili (cioè: una volta fatta la transazione non è possibile chiederne l’annullamento).

Per maggiori informazioni, si rinvia al documento della Banca d’Italia del 30 gennaio 2015 denominato “Avvertenza sull’utilizzo delle cosiddette “valute virtuali”” e consultabile al sito internet www.bancaditalia.it, nonché al documento dell’Autorità Bancaria Europea del 4 luglio 2014 denominato “EBA Opinion on Virtual Currencies” e consultabile al sito internet www.eba.europa.eu. Rischi tipici relativi all’utilizzo delle valute virtuali: si rinvia, in proposito, al citato documento della Banca d’Italia del 30 gennaio 2015 denominato “Avvertenza sull’utilizzo delle cosiddette “valute virtuali”” (consultabile al sito internet www.bancaditalia.it) ed, in particolare, ai paragrafi rubricati “Perché un’avvertenza per gli utilizzatori?” e “Perché è rischioso utilizzare valute virtuali?”.

Rischi tipici nell'uso di valute virtuali: la conversione di euro in valuta virtuale è soggetta al rischio relativo all’oscillazione del cambio che, vista la particolarità del regime di circolazione delle criptovalute, può variare innumerevoli volte in un lasso di tempo anche minimo. Infatti, il valore delle valute virtuali è caratterizzato da una grande volatilità, anche a causa dei meccanismi di formazione dei prezzi e dall’assenza di un’autorità centrale in grado di intervenire per stabilizzarne il valore. Tale circostanza può comportare perdite anche di rilevante entità in caso di detenzione di valuta virtuale. Si segnala, inoltre, il rischio di perdita permanente della moneta a causa di possibili attacchi informatici o malfunzionamenti del sistema relativo alla conversione e/o conservazione della valuta. I rischi sopra brevemente indicati sono quelli più comuni e noti; ciò non toglie che l’uso di valute virtuali possa esporre l’utilizzatore a rischi ulteriori, anche derivanti dalle caratteristiche della specifica valuta virtuale utilizzata. Inoltre, il fenomeno è soggetto a rapida evoluzione ed è possibile che valute virtuali di ultima generazione presentino anche rischi ulteriori rispetto a quelli illustrati.

Registrazione Preliminarmente, il Cliente deve registrarsi sul portale del Fornitore con un proprio e personale account, seguendo le istruzioni fornite. Il Cliente è l’unico ed esclusivo responsabile della correttezza e veridicità dei dati forniti in sede di registrazione. Una volta avvenuta con successo la registrazione, il Cliente può procedere ad inserire i propri dati personali richiesti nell’apposita area riservata all’interno del proprio account, seguendo le istruzioni fornite. Una volta che il sistema abbia verificato come corretti i dati personali inseriti il Cliente (che avrà ricevuto una apposita e-mail dal Fornitore all’indirizzo di posta elettronica indicato in sede di registrazione) può procedere ad utilizzare i servizi offerti dal portale.

Spese e commissioni nell`invio o la ricezione di cryptomonete dello stesso tipo non vengono applicate commissioni ad esclusione di quelle applicate automaticamente dalla Blockchain. Tale commissioni sono dell`ordine delle 0.0002 (cryptomoneta) per Kbyte di peso della transazione e questo indipendentemente dal valore inviato. Non potendo definire a priori il peso di una transazione non è possibile calcolare preventivamente l`importo della commissione. Per l`interscambio tra cryptovalute diverse viene applicata una commissione dello 0.25% sul valore della transazione stessa. Per l`acquisto di Liracoin contro Euro non viene applicata nessuna commissione. Per l`acquisto di cryptovalute diverse dalla Liracoin contro Euro viene applicata una commissione del 1% Per la vendita di cryptovalute inclusa la Liracoin in cambio di Euro viene applicata una commissione del 3%

Tassazione È inteso che le eventuali imposte dovute in relazione alle transazioni collegate al Servizio sono ad esclusivo carico del Cliente. In tale contesto, Digitalevolution Sagl non offre alcun servizio di consulenza sul regime di tassazione eventualmente applicabile.

Diritto di recesso In tutte le operazioni di invio, ricezione e compravendita di criptovaluta nonche sui contrattio per le attività di mining non è previsto il diritto di recesso. Il Cliente, quindi, è a conoscenza ed accetta espressamente che non vi è in suo favore alcun diritto di recesso una volta conclusa una transazione e/o un contratto.

Comunicazioni e reclami L’elaborazione dell’ordine e la trasmissione delle informazioni di cui ai precedenti articoli avvengono sia tramite l’output nel browser sia a mezzo e-mail all’indirizzo indicato dal Cliente in sede di registrazione. Il Cliente, quindi, avrà cura di controllare che l’indirizzo e-mail indicato sia corretto e che la ricezione della posta sia assicurata (ed, in particolare, che essa non venga impedita dai filtri SPAM), non assumendo il Fornitore alcuna responsabilità in proposito.

AVVERTENZA IMPORTANTE: il Cliente avrà cura di modificare e di aggiornare i dati inseriti nel proprio account e nella propria area personale in caso di variazione degli stessi. Eventuali comunicazioni e/o reclami vanno indirizzati alla mail admin@liracoin.it

Riserva del Fornitore Il Fornitore si riserva sempre e comunque la insindacabile facoltà di negare al Cliente la registrazione sul proprio portale e l’effettuazione di ordini anche successivamente alla registrazione. In tal senso, il Cliente non potrà vantare alcuna pretesa nei confronti del Fornitore alla esecuzione dei Servizi, e ciò anche nel caso in cui la registrazione sia stata effettuata con successo.

Clausola risolutiva espressa Nel caso in cui, una volta confermato l’ordine, il Cliente non provveda al pagamento della somma da convertire in valuta virtuale entro 10 giorni, il contratto si intenderà risolto per fatto e colpa del Cliente allorché il Fornitore abbia comunicato a mezzo e-mail al Cliente che intende valersi della clausola risolutiva.

Responsabilità delle parti Il Fornitore non è responsabile per eventuali danni causati al Cliente e dovuti a condotte di terze parti o da malfunzionamenti del sistema non ragionevolmente prevedibili e non altrimenti evitabili con la diligenza del caso.

Il Fornitore non è responsabile per eventuali danni causati al Cliente e dovuti alla errata indicazione dei dati richiesti da parte del Cliente stesso.

Il Fornitore non è responsabile per eventuali danni causati al Cliente e dovuti a provvedimenti dell’Autorità Pubblica entrati in vigore in costanza di contratto e che determinino una variazione di erogazione dei Servizi oggetto di contratto o ne impediscano la esecuzione.

Forza maggiore Ciascuna parte avrà la facoltà di sospendere l’esecuzione dei propri obblighi contrattuali nel momento in cui l’esecuzione sia resa impossibile o irragionevolmente onerosa da un impedimento imprevedibile ed indipendente dalla sua volontà, quale, ad esempio ed a mero titolo esemplificativo: sciopero, boicottaggio, serrata, incendio, guerra (dichiarata o non), guerra civile, sommosse o rivoluzioni, requisizioni, embargo, interruzioni di energia, ritardi nella consegna di componenti o materie prime.
La parte che desidera avvalersi della presente clausola dovrà comunicare immediatamente per iscritto all’altra il verificarsi e la cessazione delle circostanze costituenti la forza maggiore. Qualora le circostanze di forza maggiore perdurino per un periodo eccedente 14 giorni, ciascuna parte avrà il diritto di risolvere il contratto a mezzo di comunicazione scritta da inviare all’altra parte.

Disciplina applicabile al contratto Le parti prevedono espressamente che al contratto di Servizi è applicabile la legge vigente in materia, salvo quanto previsto dalle norme imperative a tutela del consumatore.

Foro competente  Per qualsiasi controversia relativa alla esecuzione od interpretazione del contratto di Servizi, le parti prevedono espressamente la competenza esclusiva del Foro di Faido-Svizzera, salvo l’eventuale diverso Foro del consumatore, per cui la competenza inderogabile è del Giudice del luogo di residenza o di domicilio del consumatore, se ubicati nel territorio Svizzero.

Trattamento dei dati personali Il Fornitore tratterà i dati personali del Cliente in conformità alla disciplina applicabile in materia e conformemente a quanto previsto nella informativa che verrà sottoposta al Cliente stesso in fase di registrazione. L’informativa sarà sempre consultabile, stampabile e scaricabile dal Cliente in ogni momento accedendo al relativo link sul portale del Fornitore.

Disposizioni finali L’inefficacia, la nullità e/o l’inapplicabilità di alcune disposizioni delle presenti Condizioni Generali non inficia l’efficacia delle altre disposizioni. Le parti si impegnano a sostituire una disposizione inefficace od invalida con una disposizione efficace e valida che si avvicini all’intento originario dal punto di vista economico. Lo stesso vale per le disposizioni mancanti. Le eventuali modifiche e/o integrazioni delle presenti Condizioni Generali devono essere approvate in forma scritta dalle parti. Lo scambio di email non integra il requisito della forma scritta. Gli accordi orali sono inefficaci. Il mancato esercizio ad opera di una delle parti di un qualsiasi diritto o facoltà garantiti dalla legge o dalle presenti Condizioni Generali non costituirà rinuncia a tali diritti e facoltà.